Covid: come riprendersi

L’anno 2020 sarà segnato per sempre dalla COVID-19 e le sue cicatrici entreranno nei libri di storia.

Se i più grandi cambiamenti sono accompagnati dai più grandi sconvolgimenti, ogni prova si rivela un’opportunità, se siamo pronti a coglierla. La reclusione ci ha messo di fronte alle nostre domande e alle nostre emozioni, e soprattutto ai nostri meccanismi per affrontarle. Aumento di peso per alcuni, perdita di motivazione per altri… Tra pochi giorni potremo finalmente varcare di nuovo la porta delle nostre tanto amate palestre.

Ma come si fa a ricominciare da capo quando si è stati lontani da tutto per un anno?

Lasciatevi andare e concedetevi un po’ di relax

Se siete tra le persone per le quali l’ultimo anno è stato particolarmente difficile e se il vostro bilancio fa rima con aumento di peso, demotivazione e morale basso, la buona notizia è che questa situazione sta per finire e che è il momento giusto per riprendersi!

Questa esperienza vi aiuterà a diventare più consapevoli del vostro comportamento e, in particolare, dei meccanismi che utilizzate per gestire le vostre emozioni. Da bambini, le emozioni sono sconosciute e ci travolgono rapidamente, soprattutto quando si tratta di rabbia, ansia o tristezza. Mentre per un bambino è facile scoppiare in lacrime o in rabbia, ognuno di noi ha il proprio modo di trovare meccanismi più « socialmente corretti » per gestire le proprie emozioni… Questi possono andare dalle sigarette all’alcol, passando per un gelato davanti a Netflix (e sì, non sono perfetta, lol).

Diventare consapevoli di questi processi vi renderà più facile controllarli la prossima volta che qualcosa vi turba.

Come primo passo, condividete questo sentimento con qualcuno di cui vi fidate. Verbalizzare i propri sentimenti è il primo passo per calmarli.

Potete anche tenere un taccuino e annotare quando sorge un impulso. Scrivendo il contesto e descrivendo l’impulso, possiamo diventarne più consapevoli e guidare meglio le nostre decisioni future.

Fissare degli obiettivi

Fissare degli obiettivi aiuta a ritrovare la fiducia in se stessi.

Se vi sembra un’impresa difficile, iniziate con un elenco di cose da fare semplici come: svegliarmi, rifare il letto, preparare la colazione e così via. Obiettivi come questi possono sembrare inutili, ma vi aiuteranno a riacquistare fiducia nella vostra capacità di portare a termine le cose.

Se avete un obiettivo più specifico (perdita di peso, eventi sportivi, ecc.), ecco alcuni semplici consigli per fissare obiettivi efficaci.

  • Ponetevi un obiettivo specifico: ad esempio, voglio pesare 78 kg.
  • Fissatevi degli obiettivi a medio termine: si tratta delle azioni regolari che dovete compiere per raggiungere i vostri obiettivi (3 sessioni di sport a settimana, non mangiare cibi ricchi di amido in un giorno di sedentarietà, bere alcolici solo una volta a settimana, ecc.)
  • Stabilite i vostri obiettivi a breve, medio e lungo termine. Ad esempio: obiettivi per 3 mesi, 6 mesi e 1 anno.
  • Stabilite delle scadenze e verificate regolarmente i vostri progressi: ad esempio, verificate il vostro peso ogni sabato mattina. Fare il punto della situazione è un’opportunità per capire a che punto siete. Se non avete raggiunto i vostri obiettivi, è il momento di verificare se li avete rispettati: Se lo avete fatto, tenete duro e i risultati arriveranno. Se non lo avete fatto, non stressatevi e mettete le cose a posto per il futuro.
femme qui fait du sport

Prendete un impegno

Invito regolarmente i miei clienti a trovare uno o più sparring partner: create un gruppo con una o più persone di cui vi fidate tramite un sistema di messaggistica di vostra scelta e prendete un impegno con loro. Condividete il vostro obiettivo e le azioni che state intraprendendo. Impegnandovi con persone di cui vi fidate, moltiplicherete le possibilità di prendere le decisioni giuste quando sarete messi alla prova… perché vi sentirete obbligati a mantenere la parola data!

Senza impegno, ci lasciamo rapidamente sopraffare dai nostri pregiudizi cognitivi, trovando scuse, rimandando le nostre azioni o giustificando i nostri fallimenti.

Questo semplice concetto significa anche avere un luogo in cui condividere i momenti difficili (demotivazione, costrizione, ecc.): i vostri sparring partner vi motiveranno e vi renderanno più facile mantenere la rotta… e chissà: potreste anche trascinare altri nella scia positiva delle vostre decisioni.

Insieme siamo più forti

Lo stato motivazionale è caratterizzato da diversi fattori dello stato mentale di uno sportivo. L’appartenenza è uno di questi. Se avete un obiettivo comune con più persone, la motivazione sarà più facile e sarete meno tentati di procrastinare.

Cercate un’attività che vi dia un vero piacere: è il modo migliore per mantenere gli impegni nel tempo. Non ha senso iscriversi a una palestra di Crossfit se l’attività non vi piace.

Cercate di acquisire nuove competenze nelle vostre attività e registrate i vostri progressi.

Questi semplici consigli vi aiuteranno a ritrovare la motivazione.

Pensare a lungo termine

Così come Roma non è stata costruita in un giorno, i chili accumulati durante la reclusione non sono comparsi da un giorno all’altro. Siate indulgenti e gentili con voi stessi.

Le fasi di stagnazione fanno parte del processo. Comprendetele, accettatele e perseverate.

È naturale desiderare di tornare in pista come un anno fa. Tenete sotto controllo le vostre aspettative ascoltando il vostro strumento più favoloso: il vostro corpo. Ricominciate con pesi o cadenze più leggere del solito. Questo permetterà ai sistemi neurali, muscolari e tendinei di riconnettersi e di soffrire meno.

Naturalmente, ricordate di adattare la vostra dieta di conseguenza. Mangiate una dieta sana, ricca di proteine e verdure, e bevete regolarmente durante la giornata!

Se riprendersi sembra un’impresa noiosa, il modo migliore è rivolgersi a un coach che saprà ascoltarvi, fissare obiettivi in linea con le vostre ambizioni e motivarvi. Lavorare con un coach può costare, ma è comunque uno degli sforzi più validi. Perché investire su se stessi è l’investimento più importante che si possa fare nella vita.